www.fernandapivano.it

Ogni cosa al suo posto


[ Home ]

Inviato da: Mauro Daltin il August 21, 2002 at 23:24:23:

„Pronto?š
„Sď, buongiorno, vorrei delle informazioni per
prenotare una camera doppiaš disse Roberto, che
si era appuntato tutte le domande su un foglio.
Dall‚altra parte del ricevitore aveva risposto
una ragazza.
„Sď, mi dica per quando le serveš.
„Pensavamo verso la fine di giugno, verso il
venticinque, per una settimanaš.
„Attenda un attimo in linea; controllo sul
computer le prenotazioniš.
Dal ricevitore partď un pezzo di musica classica.
Roberto appoggiė il telefono tra la spalla
sinistra e la guancia mentre, con una penna nella
mano destra, cancellava la prima domanda che
compariva sulla pagina.
„Sď, Ź ancora in linea?š
„Sď, ci sonoš.
„Allora, c‚Ź ancora qualche camera libera per
quel periodoš.
„Se non sono scortese, vorrei sapere se la stanza
207 Ź libera. Sa, Ź il nostro anniversario di
matrimonio e desidererei che fosse tutto come
dieci anni fa, durante la luna di miele: stesso
albergo, stessa camera, stessa atmosferaš disse
Roberto come per giustificare quella richiesta.
„Attenda un attimo che controlloš. La musica
classica riprese.
„Non ci sono problemi, la 207 Ź liberaš.
„Bene. Scusi, posso chiederle alcune
informazioni?š
„Certo, mi dicaš
„Avete un posto auto custodito? Veniamo in auto e
sarebbe un problema lasciarla parcheggiata sulla
stradaš disse Roberto mentre eliminava anche la
seconda frase.
„Sď, abbiamo un parcheggio interno all‚albergo.
Non Ź custodito di notte, ma, comunque, non ci
sono mai stati problemi essendoci sempre nella
hall il portiereš.
„Perfetto. Ho letto sulla guida che il
trattamento comprende la prima colazione e, con
un costo aggiuntivo, Ź possibile anche cenareš.
„Sď, la colazione Ź compresa. Se vuole, l‚albergo
Ź anche ristorante e con quindici euro in piĚ puė
cenare in albergoš disse la ragazza con voce
cortese.
„Il bagno Ź in camera?š
„Certamente. Tutte le nostre camere sono
provviste dei serviziš.
„Benissimo. Scusi, sulla guida vi sono indicati
due prezzi, uno per l‚alta e uno per la bassa
stagioneš.
„La camera viene 100 euro: giugno Ź considerato
alta stagioneš.
Roberto fece una smorfia di disappunto. Pensė che
non gli era ancora capitata la fortuna di trovare
un periodo di vacanza in bassa stagione. Cerchiė
con la penna il prezzo piĚ alto che compariva
sulla guida.
„Va bene, allora. Confermo la prenotazioneš.
„Perfetto. Mi puė lasciare un suo recapito
telefonico per qualunque evenienza?š
Roberto dettė il suo numero di cellulare. e
Fissarono l‚appuntamento al 25 giugno, poi si
salutarono.
Roberto chiuse la comunicazione e scrisse sul
foglio le ultime indicazioni. Riprese in mano la
cartina e studiė con cura le strade da
percorrere. Segnė con la penna il percorso da
seguire. „Non ci si puė sbagliareš disse ad alta
voce. „In ogni caso, ci dovrebbero essere delle
indicazioni preciseš.
Si alzė e prese dal cassetto di un mobile una
cartellina trasparente. Dentro vi sistemė la
cartina stradale piegata, la guida e gli appunti.
Uscď in terrazza e si distese sullo sdraio.
Tirava un‚aria fredda. Accese una sigaretta che
si mise ad osservare man mano che veniva
rapidamente consumata dal vento. Aspirė un paio
di volte, poi spense la sigaretta in un vaso
pieno d‚acqua dove galleggiavano un‚altra ventina
di filtri gialli.
Pensė a Firenze, ai possibili cambiamenti che
quella cittą poteva aver subito in dieci anni.
Dieci anni. Tanto era trascorso dalla luna di
miele in Toscana. Una settimana a Firenze,
l‚altra divisa tra Siena, San Gimignano,
Volterra, Montepulciano e Pienza.
Rimase sul terrazzo ancora una decina di minuti,
poi tornė in cucina e cominciė a preparare la
cena.
Voleva che fosse tutto perfetto: la tovaglia, le
posate, i bicchieri, il cibo, l‚annuncio del
viaggio. Tutto in una sera.
Apparecchiė con ordine e, al centro della tavola,
sistemė una candela ed un mazzo di rose che aveva
comperato la mattina.

Guardė l‚orologio. L‚arrosto doveva essere quasi
pronto mentre la cipolla soffriggeva sfrigolando
nella padella. L‚acqua bolliva nella pentola.
Pesė la pasta: due etti e mezzo esatti. La gettė
nell‚acqua. Aprď il frigorifero e prese due
bottiglie di vino rosso che sistemė sulla tavola.
Il timer cominciė a suonare.
Roberto prese poi dal forno la pirofila e la
appoggiė tra i due bicchieri. Con un coltello
tagliė l‚arrosto per controllare se fosse cotto a
puntino. Soddisfatto, assaggiė la pasta e dopo
trenta secondi esatti la scolė.
La cena era pronta.
Guardė l‚orologio alla parete. „Le otto in puntoš
pensė. „Possiamo cominciare a mangiareš.
Riempď di pasta i due piatti e versė il vino.
„Un brindisiš disse alzando il bicchiere. „Al
nostro anniversarioš.
Avvicinė il suo calice a quello appoggiato di
fronte al tavolo. Accompagnė il tintinnio con un
sorriso.
Bevve tutto il vino ed iniziė a cenare. Una volta
terminata la pasta, cambiė i piatti fondi con
quelli piani dove sistemė due grossi pezzi di
arrosto e delle patate. Mangiė la sua parte e,
alla fine, tolse dal congelatore una vaschetta di
gelato.
Prese due coppette dalla credenza e le riempď di
gelato fino all‚orlo.

Versė quello che restava del vino nel suo
bicchiere. „Al nostro anniversario, amore, e a
questa splendida serataš disse, provocando lo
stesso tintinnio di qualche minuto prima.
Allentė la cintura dei pantaloni, che iniziava a
stringere troppo, e rimase alcuni minuti con lo
sguardo fisso sulla candela.
Si alzė e iniziė a risistemare la cucina.
Buttė nella pattumiera la pasta e l‚arrosto che
giacevano ancora fumanti di fronte ai suoi piatti
vuoti. Le palline di gelato si appiccicarono nel
sacco e si mescolarono con la pasta e l‚arrosto.
Sistemė con precisione le posate, i piatti e i
bicchieri nella lavastoviglie e andė in terrazza
per scrollare la tovaglia
Quando ritornė in cucina tutto era in ordine. La
lavastoviglie faceva un gran rumore. „Dovrė
comprarne una nuovaš pensė.
Si avvicinė alla candela, inspirė un po‚ d‚aria
e, con un soffio deciso, la spense.



Messaggi correlati:



Invia un commento

Nome:

E-Mail:

Oggetto:

Commento:


Questo e' la bacheca di Fernanda Pivano potrete pubblicare i vostri racconti
www.fernandapivano.it