www.fernandapivano.it

Il dialogo acrostico delle virgule


[ Home ]

Inviato da: Giancarlo Ferrigno il October 26, 2002 at 23:37:48:

Di Giancarlo Ferrigno
TiToLo : Il dialogo acrostico delle virgule

Apollo, oh! Dottore, nel mio strillare, sono a-
formali : le virgule,
niente di pi gaio! Tu parli, con tante pause,
tu e il tratto ad uncino, siete inclini al
respiro. Vecchio! Il tuo bastone piccolo, ma
visuale.

Ora e qui, nessuno pi, si perde nel tempo,
nessuno pi, divide, le parole intere, dai deci-
mali,
oh! Primitivo, considera, le tue virgule : ozio
nel tempo.

Non ci sei, in me, oh! Bacco, aiutami! Dammi
svenimenti damore,
non c rimedio al suo rumore musicale, le sue
virgule sono : ironiche pause di croma,
ma ottuse!

E il codice? E il messaggio? galoppano sul
cavallo rosso.

Lei! Usi il vero denotativo, il colore rosso,
nessun altro. Oh! Dioniso,
lei! Usi il falso connotativo, il rosso vino :
che la sua lengua spreca.

Altrove capiranno, lumilt, di chi si scrive,
con la punteggiatura del di-ssenso.



Messaggi correlati:



Invia un commento

Nome:

E-Mail:

Oggetto:

Commento:


Questo e' la bacheca di Fernanda Pivano potrete pubblicare i vostri racconti
www.fernandapivano.it