www.fernandapivano.it

Dopo L'Assedio


[ Home ]

Inviato da: M.SILVANA CUTULI il May 03, 2002 at 12:14:58:

...come muti simulacri dalle orbite vuote di
lacrime
Tra labbra serrate nell'arcaico sorriso
dell'incoscienza di un'anima avvilita

nella gioia di vedersi calpestare dal muto
zoccolo di un Bruto
ma vivo e caldo
e con la bocca aperta a scoprire lucide zanne
col fiato denso di voglie appagate che sbuffano
via dal ricolmo di un "che"dentro che non Ź anima
ma nemmeno istinto
Fermi
come Ź vicina l'isola in cui
ricurvo
nella nube acre del sudore
ha sfondato il cielo con le braccia
ha tracannato un raggio di sole
ed ha urlato
IO

e avete tremato a questo urlo
pur sorridendo avete tremato
sorridendo avete piegati i ginocchi e posta
l'anima a terra
l'avete posta a terra proprio davanti al suo passo
affinchŹ vedesse l'omaggio alla sua forza

e nel tremare odiate coi vostri sorrisi arcaici
di viltą

e lui
non vede di calpestare anime
non conosce anime
Lui caldo
acre di sudore
vivo d'istinto
LUI

IL SEMIDIO?

M.SILVANA CUTULI




Messaggi correlati:



Invia un commento

Nome:

E-Mail:

Oggetto:

Commento:


Questo e' la bacheca di Fernanda Pivano potrete pubblicare i vostri racconti
www.fernandapivano.it