www.fernandapivano.it

Re: Un pacifista aggressivo


[ Home ]

Inviato da: Laert il December 11, 2002 at 14:23:24:

In risposta a: Un pacifista aggressivo
Inviato da Giancarlo Ferrigno il December 10, 2002 at 22:52:41:

: Di Giancarlo Ferrigno
: TiToLo : Un pacifista aggressivo

: Un uomo, che, beve :
: dalla sua anima,
: detta :
: con un occhio dentro,
: ed un occhio fuori,
: alla notte, la melodia,
: della Luna : conquistata.

: Un uomo, veramente libero :
: porta a spasso, sulla schiena,
: la sua parte a scimmia!
: La sua estasi primitiva.

: MA!...

: Si agitano, i tanti borghesi,
: i signori!
: Che prendono lāautobus :
: per pochi passi e qualche metro.

: IO!...

: Cammino nomade lungo la strada,
: giocando :
: come un bambino felice,
: con il colori della Pace.

: Cāerano, pure le sirene!
: S“! Cāerano·

: Qualcuno, il pi gentile,
: di questi signori!

: Quando! Arrivi al capolinea,
: cio, quando! Comprendi,
: che per difendere :
: i colori della Pace,
: devi diventare :
: un pacifista aggressivo!
:
: Ti saluta : ehi! Esclama :
: W E L C O M E!

: Cāerano, pure le sirene!
: S“! Cāerano·

: Qualcuno, il pi gentile,
: di questi signori!
: Il giornalista poliziotto :
: vestito di bianco, il nemico,
: inizia a scrivere:

: volto da idiota! Meno di zero,
: lingua rossa sconosciuta,
: urla! Silenziose e riso ossessivo,
: distacco dal reale,
: fuori norma·PAZZO!

: Cāerano, pure le sirene!
: S“! Cāerano·

: Ed allora? Che male cā,
: a portare a spasso :
: sulla schiena una scimmia!
: Ad essere meno di zero?

: Lei non  come NOI!...
: Deve essere curato,
: controllato,
: riabilitato.

: Cāerano, pure le sirene!
: S“! Cāerano·

: Ed allora? · allora!
: Comprendi!
: Che i colori della libertˆ,
: non si sposano con la pace,
: devono essere difesi :
: come la scimmia!
: Difende:
: il proprio territorio.

: Ed allora? · allora!
: Comprendi!
: Che il bambino,
: deve :
: diventare adulto :
: un pacifista aggressivo!

A me la poesia di Giancarlo Ferrigno  piaciuta
molto (come del resto le altre che ha postato su
questa pagina).
Scrivo per˜ per raccontare il curioso infortunio
nel quale sono incorso leggendo il commento di
Clara. Devo proprio essere un po' tonto...
Sulle prime mi era sembrato di leggere una
spassosa e riuscitissima parodia del filisteismo
piccolo borghese e della grettezza reazionaria
che si agita nel ventre molle dell'Italia. Ho
pensato: "Caspita, questa qui ha davvero fatto
centro nel fotografare e mettere in farsa tutto
l'isterismo e l'ignoranza della destra italiana
(la pi ignorante e volgare d'Europa)".
Solo verso la fine mi sono accorto che nel suo
scritto non c'era alcuna ironia, alcuna
intenzione di parodia.
Lei crede davvero nelle cose che ha scritto!
Crede davvero che quando hai sgobbato per
laurearti il minimo che ti meriti  girare in Bmw
e portare il Rolex d'oro al polso.
Crede veramente che il portafogli gonfio sia un
segno d'elezione.
Forse quando  a passeggio se incontra un
extracomunitario per strada corre con la coda
dell'occhio in cerca di qualche nerboruto
energumeno in uniforme e manganello che rassicuri
lei e il suo cane borghese. Legge e ordine.
Insomma una Fallaci dei poveri.
Vi immaginate se la madre di Jack Kerouac, con
tanto di Bmw e Rolex d'oro al polso, invece di
offrire un rifugio all'anima tormentata di suo
figlio gli avesse detto:
"Fannullone, trovati un lavoro"
"Smettila subito di bere o ti sbatto fuori di
casa"
"Devi proprio frequestare quella gentaglia con
la barba lunga e i vestiti puzzolenti? Fai un
concorso ed entra in polizia"
"Deciditi a diventare una persona rispettabile"

Del resto tutti sanno che per fare un dirigente
di impresa di basso livello occorrono venti Jack
Kerouac...





Messaggi correlati:



Invia un commento

Nome:

E-Mail:

Oggetto:

Commento:


Questo e' la bacheca di Fernanda Pivano potrete pubblicare i vostri racconti
www.fernandapivano.it