www.fernandapivano.it

daddą


[ Home ]

Inviato da: davide morchio il January 08, 2003 at 10:31:53:

Gią quando cominciai a ragionare mi resi conto
che non sapevo BEN ragionare.
Per cui la mia vita, almeno fino ad oggi, non Ź
mai stata vedere le cose da punto di vista,
diciamo e chiamiamolo, NORMALE.
Ho vissuto la mia vita, almeno fino ad ora, in un
bel luogo appartata dove le cose, i fatti e le
persone erano personaggi.
Personaggi ben fatti, ben delineati e, l‚unico
senza forma fatta, IO.
Il me stesso non ho mai capito cosa fosse. Mi
dicevo „recitano tutti, perché non io?š
Ma poi mi resi conto che piĚ del 90% delle
persone che io ritenevo consapevoli di recitare,
ne erano completamente inconsapevoli.
Recita per loro era VITA, e lo Ź ancora.
Mamma, aveva il ruolo di mamma, papą di papą e
cosď via. Ma io sono, ero, nato tra loro e,
soprattutto, DA loro.
Dal loro amore, o meglio, dal loro recitare
l‚amore.
Si sono resi conto di ciė che io ero dopo i 14-15
anni e, da allora, non hanno piĚ visto l‚ora di
sbarazzarsi di me.
La mia vita Ź stata, Ź andata avanti, in una
marea di cazzate e cose che, in fondo, non mi
riguardavano affatto, dovevo recitare, ma mi
veniva male, PURE.
Ho seguito la recita esatta dei miei tempi, ma
consapevole che era solamente, una parte.
Per questo potei sposarmi una volta e l‚unica
volta sbagliata.
Io ero convinto, credevo che a quel momento
potevo smettere di fare una recita. Che enorme
FARSA.
A un tratto, mi dico, mi son detto, ma se non ti
sta bene la parte, cazzo, ,ma fai il REGISTA.
E comincio a farlo.
Effetti ? NON posso essere ancora nella farsa.
E oggi, mi ritrovo qui a scrivere e a parlare di
e con me stesso, oggi che scelgo sia il giorno,
nel quale, io, senza neanche la fatica di
dichiararmi pubblicamente, io sono PAZZO.
E oggi comincio la mia grande avventura,
consapevole d‚essere SPOSTATO, per cui veramente
PAZZO FURIOSO.

DADDA‚



Messaggi correlati:



Invia un commento

Nome:

E-Mail:

Oggetto:

Commento:


Questo e' la bacheca di Fernanda Pivano potrete pubblicare i vostri racconti
www.fernandapivano.it