www.fernandapivano.it

zio pippo


[ Home ]

Inviato da: davide morchio il January 08, 2003 at 10:32:53:

Ricordi.

Ricordo quando ti pensavo distratta a pensare al
tuo mondo
o quando ti fermavo nei miei sogni
a volte osceni, ma non importa
ci che conta amare
Ricordo che avrei voluto dirti tutto ci che io
posso dire
ed avere altri occhi per sondarti e come volevo
portarti al mare
O quando mi alzai per dirti cose buffe e strane
ma tu eri gi andata via
perch io, io, io, io no cero ancora
Ricordo su quei treni per chiudere qualcosa,
mi fermai per bere e persi tutto
( senza rimpianti )
anche il ricordo di me stesso.
E ti ricordo, so io dove, bellissima e tranquilla
col mondo sistemato intorno ,
senza n pensieri n desideri
o quanto amore cera;
mentre ora attendo che smetti di fare il muso
e che mi dica
- mi dici sempre le stesse cose -


Cuoricuori.

Cuorisoli si di silenzio strani
Cuori solidisilenizio strani di luoghi osceni e
sciolte le slitte
Volarono piccoli stridii di sciami
Di
Sentimenti
Nascosti.


ok, ok. passato. prima che tu mi dica. passato.

sai ci stava mio zio, mio zio il Trapanese che mi
portava in giro con lui.
mi faceva vedere le cose che piacevano a lui, le
barche, il mare, i vecchi pescatori, mi regalava
oggettini, mi dava la cinquecento lire con il
veliero. io lo guardavo estasiato, mio padre non
c'era non andavano d'accordo con mamma quel
periodo.
era bello stare con lui. lui faceva quelle cose
per amore.
ma neanche lo pensava, era cos e basta.
mi faceva vedere le cose che poi io avrei amato.
non per educazione, ma per amore senza peso di
amore.
oggi sento la stessa cosa. senza uno zio.
con qualcosa di altro.
che viene da fuori ma cos dentro che fa
piangere.


Elenco.

Domani devo partire ed ho paura di dimenticarmi
qualcosa ed allora mi scrivo:
devo portare:
- pantalone nuovo
- pigiama
- denti buoni
- calzini e scarpe
- maglie pesanti (che fa freddo)
- bretelle e guanti
- sciarpa
- saponette
- dentifricio e spazzolino
- me stesso
il tuo ricord0

si apre tutto a volte
vedi oltre
senti che ce la fai
sei ad un passo
il mondo arriva
ti vuoi perdere nel mondo
stai l
basta un "posso offrire un caff"
e ti inculano daccapo
atterri, ti dici
risucceder
partir domani o quando sar
e la vita ti fotte e non ti ama.

Andando.

Andando e fagendo
Dimendigai armando
Che giungendo correndo
Mi disse
Io mi vendo
Ed io risposi
Caro armando
Sono condendo.





Messaggi correlati:



Invia un commento

Nome:

E-Mail:

Oggetto:

Commento:


Questo e' la bacheca di Fernanda Pivano potrete pubblicare i vostri racconti
www.fernandapivano.it