www.fernandapivano.it

Munachar e Manachar


[ Home ]

Inviato da: Alessandra Nardon il May 30, 2003 at 20:28:35:

MUNACHAR E MANACHAR
(trad. Alessandra Nardon Ų tratto da: Joseph
Jacobs, Celtic Fairy Tales)

Vivevano una volta un Munachar e un Manachar, ma
era molto tempo fa, ed Ź molto da che fu, e se
essi sono ora non sarebbero stati allora.
Uscirono assieme Munachar e Manachar a
raccogliere lamponi, ma per quanti Munachar ne
coglieva tanti Manachar ne mangiava. Munachar
disse che doveva andare a cercare una bacchetta
per fare un cappio per appendere Manachar che
aveva mangiato tutti i lamponi; e giunse cosď
dalla bacchetta.
„Che novitą?š disse la bacchetta.
„Son cose mie che sto cercando. Vado per una
bacchetta, una bacchetta per fare un cappio, un
cappio per appendere Manachar che ha mangiato
tutti i miei lamponi.š
„Non mi prenderai,š disse la bacchetta, „finché
non ti procurerai un‚accetta.š E Munachar giunse
dall‚accetta.
„Che novitą?š chiese quella.
„Son cose mie che sto cercando. Vado per
un‚accetta, un‚accetta per tagliare una
bacchetta, una bacchetta per fare un cappio, un
cappio per appendere Manachar che ha mangiato
tutti i miei lamponi.š
„Non mi prenderai,š disse l‚accetta, „finché non
avrai una pietra per affilarmi." E giunse allora
dalla pietra.
„Che novitą?š
„Son cose mie che sto cercando. Vado per una
pietra, una pietra per affilare l‚accetta,
accetta per tagliare una bacchetta, bacchetta
per fare un cappio, cappio per appendere
Manachar che ha mangiato tutti i miei lamponi.š
„Non mi avrai,š disse la pietra, „finché non
prenderai l‚acqua per bagnarmi.š
Munachar giunse dall‚acqua.
„Che novitą?š
„Son cose mie che sto cercando. Vado per acqua,
acqua per bagnare la pietra, pietra per affilare
l‚accetta, accetta per tagliare una bacchetta,
una bacchetta per fare un cappio, cappio per
appendere Manachar che ha mangiato tutti i miei
lamponi.š
„Non mi prenderai,š disse l‚acqua, „finché non
piglierai un cervo che mi attraverserą a nuoto.š
E giunse dal cervo.
„Che novitą?š disse il cervo.
„Son cose mie che sto cercando. Vado per un
cervo, cervo che attraversi a nuoto l‚acqua,
l‚acqua per bagnare la pietra, pietra per
affilare l‚accetta, accetta per tagliare una
bacchetta, una bacchetta per fare un cappio,
cappio per appendere Manachar che ha mangiato
tutti i miei lamponi.š
„Non mi prenderai,š disse il cervo, „finché non
troverai un cane da caccia che mi inseguirą."
Munachar arrivė dal cane da caccia.
„Che novitą?š disse il cane.
„Son cose mie che sto cercando. Vado per un
cane, un cane per cacciare un cervo, cervo per
attraversare a nuoto l‚acqua, acqua per bagnare
la pietra, pietra per affilare l‚accetta,
accetta per tagliare una bacchetta, una
bacchetta per fare un cappio, cappio per
appendere Manachar che ha mangiato tutti i miei
lamponi.š
„Non mi prenderai,š disse il cane, „finché non
andrai a prendere un pezzo di burro ch‚io possa
mettere sotto le zampe.š E Munachar arrivė dal
burro.
„Che novitą?š
„Son cose mie che sto cercando. Vado per burro,
del burro da mettere sotto le zampe di un cane,
un cane per cacciare un cervo, un cervo per
attraversare a nuoto l‚acqua, acqua per bagnare
la pietra, pietra per affilare l‚accetta,
accetta per tagliare una bacchetta, una
bacchetta per fare un cappio, cappio per
appendere Manachar che ha mangiato tutti i miei
lamponi.š
„Non mi prenderai,š disse il burro, „finché non
piglierai un gatto che mi raspi.š E allora
arrivė dal gatto.
„Che novitą?š
„Son cose mie che sto cercando. Vado per gatti,
un gatto per raspare il burro, burro da mettere
sotto le zampe del cane, cane per cacciare il
cervo, cervo per attraversare a nuoto l‚acqua,
acqua per bagnare la pietra, pietra per affilare
l‚accetta, accetta per tagliare una bacchetta,
una bacchetta per fare un cappio, cappio per
appendere Manachar che ha mangiato tutti i miei
lamponi.š
„Non mi prenderai,š disse il gatto, „finché non
mi porterai del latte.š E Munachar arrivė dalla
mucca.
„Che novitą?š
„Son cose mie che sto cercando. Vado per mucche,
una mucca per darmi il latte, latte che darė al
gatto, il gatto per raspare il burro, burro da
mettere sotto le zampe del cane, cane per
cacciare il cervo, cervo che attraverserą a
nuoto l‚acqua, acqua per bagnare la pietra,
pietra per affilare l‚accetta, accetta per
tagliare una bacchetta, una bacchetta per fare
un cappio, cappio per appendere Manachar che ha
mangiato tutti i miei lamponi.š
„Non avrai latte da me,š disse la mucca, „finché
non mi porterai un mannello di paglia da quei
trebbiatori lą.š E cosď arrivė dai trebbiatori.
„Che novitą?š chiesero.
„Son cose mie che sto cercando. Vado per paglia,
un mannello di paglia da voi per la mucca, mucca
che mi darą il latte, latte che darė al gatto,
gatto per raspare il burro, burro che andrą
nelle zampe del cane, cane per cacciare il
cervo, cervo per attraversare a nuoto l‚acqua,
acqua per bagnare la pietra, pietra per affilare
l‚accetta, accetta per tagliare una bacchetta,
una bacchetta per fare un cappio, cappio per
appendere Manachar che ha mangiato tutti i miei
lamponi.š
„Non avrai nessun mannello di paglia da
noi, „finché non ci porterai l‚occorrente per
una focaccia dal mugnaio laggiĚ,š dissero i
trebbiatori. E Munachar giunse dal mugnaio.
„Che novitą?š
„Son cose mie che sto cercando. Mi serve
l‚occorrente per una focaccia, una focaccia da
dare ai trebbiatori, i trebbiatori che mi
daranno un mannello di paglia che darė alla
mucca, la mucca che mi darą il latte, latte che
darė al gatto, gatto per raspare il burro, burro
che andrą nelle zampe del cane, cane per
cacciare il cervo, cervo per attraversare a
nuoto l‚acqua, acqua per bagnare la pietra,
pietra per affilare l‚accetta, accetta per
tagliare una bacchetta, una bacchetta per fare
un cappio, cappio per appendere Manachar che ha
mangiato tutti i miei lamponi.š
„Non avrai nulla da me, š disse il
mugnaio, „finché non mi porterai quello staccio
pieno dell‚acqua di quel fiume laggiĚ.š
Munachar prese lo staccio e andė al fiume ma
ogni volta che si chinava e tentava di
riempirlo, al momento che lo sollevava, l‚acqua
scappava via da tutte le parti e, di sicuro, se
fosse ancora lď non l‚avrebbe ancora riempito.
Una cornacchia passė in volo sopra la sua
testa: „Spalma! Spalma!š gli gridė. „Tu sia
benedetta, allora,š disse Munachar, „Ź un buon
consiglio,š e prese dell‚argilla rossa e del
fango dalla sponda del fiume e li spalmė sul
fondo dello staccio finché tutti i buchi furono
coperti e trattennero l‚acqua; allora portė
l‚acqua al mugnaio e il mugnaio gli diede
l‚occorrente per la focaccia; e lui diede
l‚occorrente per la focaccia ai trebbiatori e i
trebbiatori gli diedero un mannello di paglia; e
lui diede il mannello di paglia alla mucca e la
mucca gli diede il latte, il latte che diede al
gatto, il gatto raspė il burro, il burro andė
nelle zampe del cane, il cane cacciė il cervo,
il cervo attraversė a nuoto l‚acqua, l‚acqua
bagnė la pietra, la pietra affilė l‚accetta,
l‚accetta tagliė la bacchetta e la bacchetta
fece un cappio e quando Munachar fu pronto per
impiccare Manachar scoprď che Manachar era
scoppiato!!!



Messaggi correlati:



Invia un commento

Nome:

E-Mail:

Oggetto:

Commento:


Questo e' la bacheca di Fernanda Pivano potrete pubblicare i vostri racconti
www.fernandapivano.it